NEWS DI ASFW

L’autonomia a piccoli passi. Il racconto di una giornata da “grandi”

Sabato 18 gennaio, Alessandro, Clara, Fabricio, Filippo e Matteo hanno inaugurato Chez Williams trascorrendo la loro prima giornata in autonomia nella nuova “palestra AFSW”.

Un sabato all’insegna del gioco e della creatività, in compagnia di Luca, Federica e Alessandra.

La mattina è stata dedicata ad alcuni giochi teatrali di conoscenza e trasformazione del corpo. I bambini hanno partecipato con entusiasmo e coinvolgimento al laboratorio. A rotazione, qualcuno si è staccato dal gruppo per giocare liberamente e riposarsi un po’” racconta Alessandra, educatrice dell’équipe AFSW che collabora con l’associazione da oltre un anno ed è specializzata in laboratori artistici e teatrali.

Poco prima di pranzo, abbiamo letto delle storie con Kamishibai: uno strumento giapponese che permette di far scorrere le immagini di una storia in una valigia di legno mentre il narratore racconta. Storie di Leo Lionni come Pezzettino, Guizzino, Piccolo blu e piccolo giallo, Un pesce è un pesce…, un autore in cui trovo molti messaggi educativi su identità e inclusione. Attività che ha attirato l’attenzione davvero di tutti!

Nel pomeriggio invece, ci siamo dilettati con alcuni laboratori artistici. Il primo ha riguardato la realizzazione di un albero con spago e colla. Pensando a una caratteristica di un albero che si voleva rappresentare ognuno ha creato il “proprio albero”

A seguire è stata la volta del Quipu, storie tattili appese a un filo, che consiste nello scegliere dei materiali come stoffa, carta ondulata, plastica, lana, corda…per inventare una storia e legarli a uno spago uno di seguito all’altro. La storia creata viene poi letta con le mani lasciandosi guidare da tatto, colori e rumori…un’attività che è stata subito condivisa da alcuni bambini che all’arrivo dei propri genitori non hanno atteso a leggere la loro storia sensoriale.”

Alla luce dell’intensa giornata, Alessandra conclude affermando di essere piacevolmente soddisfatta “una delle caratteristiche delle persone con Sindrome di Williams è infatti la difficoltà di attenzione per periodi lunghi, si distraggono facilmente, ma tutto questo non è che uno stimolo a ricercare nuove idee e proposte  su cosa possa funzionare meglio!”

 

C’è Aria di…..❄🎄

Oggi ricorre la giornata mondiale dedicata a chi come AFSW crede in un mondo più generoso e solidale #GivingTuesday

Nato nel 2012 negli Stati Uniti in risposta alle giornate di shopping frenetico come Black Friday e Cyber Monday, la giornata mondiale del dono unisce persone, organizzazioni non profit, scuole, istituzioni e aziende di tutto il mondo in un grande obiettivo comune: celebrare e diffondere la cultura del dono.

E’ per questo che AFSW ha deciso di lanciare proprio oggi la campagna di crowdfunding dedicata alla raccolta fondi per la messa in uso della nuova palestra di autonomia per i nostri amici per la pelle: Chez Williams

Grazie alla concessione gratuita da parte del Comune di Milano di un appartamento confiscato alla criminalità organizzata in una zona centrale della città di Milano (via Mosè Bianchi 71), AFSW ha accolto la sfida di migliorare l’approccio alla residenzialità guidata trasferendo la sua palestra di autonomia in città: CHEZ WILLIAMS!

Accanto a tutte quelle competenze domestiche (riassettare la casa, preparare i pasti, lavarsi…) la città di Milano sarà da stimolo per sviluppare tutte quelle nuove competenze legate al vivere in città: imparare ad usare i mezzi di trasporto, il denaro, fare la spesa in autonomia, sviluppare il senso dell’orientamento, … per vivere la propria vita il più possibile in autonomia.

L’obiettivo è regalare l’impianto di raffrescamento ai nostri amici per le pelle, indispensabile nelle giornate calde dell’estate milanese: se insieme raggiungeremo 4.000 € potremo provvedere all’acquisto e montaggio di 4 condizionatori, necessari a rendere la casa un ambiente favorevole per tutti gli ospiti di Chez Williams!

Celebra anche tu la giornata mondiale del dono e sostieni la nostra campagna!

Chez Williams – l’autonomia in città

 

Una settimana in autonomia: Vivere, Imparare e Crescere!

L’appartamento di Figino ha visto la sua prima settimana di residenzialità del nuovo anno formativo AFSW.

Da lunedì 11 novembre fino a domenica 17  la palestra di autonomia AFSW è stata animata da 5 fantastici amici per la pelle: Alessia, Giulia, Niccolò, Pamela e Riccardo hanno aderito alla possibilità di fare un’esperienza di residenzialità guidata più intensa del solito e insieme alla guida di Luca, l’educatore di riferimento della nostra associazione, hanno trascorso un’intera settimana in autonomia.

“È stata una settimana intensa che ha richiesto molto impegno: vivere in una casa con sei persone, significa essere sempre attivi nel tenere puliti e in ordine gli spazi, nell’andare d’accordo, nel preparare i pasti, nell’avere cura della propria persona e dei propri oggetti. 

Gradualmente ho visto ognuno dei ragazzi prendere l’iniziativa e svolgere queste attività senza aspettare che gli fosse richiesto:  garantendo la ripetibilità degli incarichi in un contesto stimolante, ma non stressante, si acquisisce maggiore indipendenza.

Anche se il tempo non è stato molto clemente, non ci siamo fermati di fronte alla pioggia, perché la convivenza ha delle regole importanti da rispettare e quindi pulizie e spesa sono le priorità domestiche! 

Decisione del menù, lista degli acquisti da fare, spesa al centro commerciale, … e poi ancora: stracci, spugne, aspirapolvere: quante cose da fare! Tutte mansioni che nella propria casa svolge qualcun altro, qui invece tocca a ognuno di noi. 

Ma, si sa, quando ci si impegna tanto, è giusto concedersi delle “coccole”. E allora eccoci a sfornare dolci: una ciambella al cacao e una profumatissima torta all’arancia.

Approfittando dell’unico giorno di sole della settimana, siamo stati sul lago di Varese, alla Fattoria “Il Gaggio” dove abbiamo visitato i campi e gli spazi per gli animali e ci siamo concessi un ottimo menù a base di ragù di salsiccia e polenta. E ancora...il bello dell’avere una casa “nostra” sta pure nella possibilità di ospitare i nostri stupendi amici, Niccolò F. sabato è venuto a farci visita trascorrendo insieme a noi l’intera serata. Una giornata meravigliosa!

La stanchezza, a fine settimana, si fa sentire e tutti hanno un po’ voglia di ritornare tra le proprie mura, ma il messaggio che ho raccolto dai ragazzi a conclusione dell’esperienza è che si ritorna a casa con un pizzico di consapevolezza in più e con la soddisfazione di aver fatto un’esperienza da “grandi”…di sicuro da ripetere!”

Le parole di Luca per una testimonianza ricca di emozioni… di conquiste…di autonomia!!!